FANDOM


« Forse, quando tua madre avrà smesso di piangere tuo padre, continuerà a vestirsi di nero per te. »

Arthur Morgan è un personaggio principale nonché protagonista di Red Dead Redemption II.

Storia Modifica

Passato Modifica

Arthur Morgan nacque nel 1863 da Beatrice e Lyle Morgan. Sua madre morì quando lui era molto giovane, e suo padre era un fuorilegge ed un criminale che venne arrestato nel 1874 per furto. Lyle morì quando Arthur aveva solo 11 anni e gli donò il suo cappello.

Nel 1878 circa, Arthur venne trovato e preso con sé da Dutch Van Der Linde e Hosea Matthews. Vedendo entrambi come figure paterne, Arthur iniziò a condividere la visione di Dutch di una vita libera dalla civilizzazione e dalla legge, diventando uno dei primi membri della Banda di Van Der Linde. Da giovane, Arthur incontrò una ragazza di nome Mary Gillis e i due si innamorarono.Tuttavia, il fatto che Arthur preferisse una vita da fuorilegge aggiunto all'odio che i genitori di Mary provavano per lui, fecero finire la loro relazione.

Tempo dopo, Arthur incontrò ed andò a letto con una giovane cameriera di nome Eliza, mettendola incinta di loro figlio, Isaac. Eliza sapeva ciò che Arthur era, ma lo accettò. Arthur visitava Eliza e Isaac ogni qualche mese e rimaneva con loro per giorni. Un giorno, Arthur arrivò a casa loro e trovò due tombe all'esterno. Come presto scoprì, entrambi erano morti, uccisi durante una rapina che aveva fatto guadagnare ai ladri solo dieci dollari. Questo incidente segnò Arthur per sempre e il dolore non lo ebbe mai abbandonato.

Eventi di Red Dead Redemption 2 Modifica

Capitolo di Colter Modifica

Dopo un colpo ad un battello finito male, Dutch e la banda sono obbligati a fuggire da Blackwater e a rifugiarsi nelle montagne ad ovest di Ambarino. Poco dopo essersi stabiliti a Colter, Dutch e Arthur vanno a cercare John Marston e Micah Bell, mandati in perlustrazione. Dopo aver trovato Micah, questo gli comunica di aver trovato una casa dove sembra essere in corso una festa. Dutch si dirige verso la casa chiedendo aiuto, ma i proprietari sono degli O'Driscoll, che vengono uccisi dal trio. Dopo aver saccheggiato la casa, trovano Sadie Adler, il cui marito è stato ucciso dai membri della gang nemica; impietositi, Dutch, Arthur e Micah decidono di portarla con sé al campo. Poco dopo essere tornato, Arthur viene mandato insieme ad Javier Escuella a cercare John Marston, disperso sulle montagne. Arthur e Javier riescono a trovare John, che è stato attaccato da dei lupi, e lo portano in salvo uccidendo i predatori.

La banda decide di attaccare il campo degli O'Driscoll e dopo averli eliminati, trovano della dinamite e delle informazioni riguardanti un treno appartenente a Leviticus Cornwall. Sulla strada del ritorno, si imbattono in un O'Driscoll (di nome Kieran) che viene catturato da Arthur e portato al campo, dove viene fatto prigioniero.

Arthur va anche a cacciare insieme a Charles Smith per ordine del cuoco, Simon Pearson; Charles gli consegna un arco, con il quale Arthur abbatte due cervi, che vengono portati al campo.

Per poter guadagnare abbastanza soldi da andarsene, Dutch e la banda rapinano il treno di Cornwall, guadagnando molto denaro in obbligazioni.

Capitolo di Horseshoe Overlook Modifica

Dopo il disgelo, la banda lascia le montagne e si dirige nell'Heartlands, vicino alla città di Valentine. Arthur raggiunge il saloon della città, dove incontra Javier, Charles e Bill. A quel punto si scatena una rissa perché Bill (ubriaco) prende a pugni uno dei clienti del saloon; durante questa rissa, Arthur affronta un energumeno di nome Tommy, che riesce a sconfiggere. Dopo la fine della rissa, Arthur incontra Dutch e Josiah Trelawny, che rivela di aver trovato Sean MacGuire: è stato catturato da dei cacciatori di taglie e tenuto prigioniero nella zona vicino a Blackwater. Insieme a Javier, Charles e Trelawny, Arthur riesce a salvare Sean, che viene riportato all'accampamento. Tempo dopo, Lenny Summers irrompe senza fiato nell'accampamento, rivelando a Dutch e Arthur che Micah ha ucciso due uomini al saloon di Strawberry ed è stato catturato e condannato a morte. Per far rilassare il ragazzo, Arthur lo porta al saloon di Valentine, dove i due si ubriacano.

Più tardi, Arthur riceve una lettera da Mary Linton, che chiede ad Arthur di incontrarla. Dopo aver letto la lettera, Arthur viene mandato da Leopold Strauss a recuperare il debito di un fattore di nome Thomas Downes. Arthur raggiunge il Ranch Downes e affronta l'uomo, che afferma di non avere i soldi, spingendo Arthur a picchiarlo; solo grazie all'intervento della moglie di Downes, Arthur si rende conto che la famiglia non possiede veramente i soldi e se ne va. Più tardi, Arthur incontra Mary, che lo implora di aiutarla, in quanto suo fratello minore Jamie si è unito ad una setta conosciuta come i Cheloniani. Se Arthur accetta di aiutarla, si dirige verso la Foresta Cumberland, dove trova i Cheloniani, li scaccia, impedisce a Jamie di suicidarsi e lo riporta da Mary.

Arthur va anche a caccia di un "Orso di mezza tonnellata" con Hosea; dopo aver comprato un nuovo cavallo e piazzato l'esca, Arthur e Hosea aspettano l'orso, che li attacca ma viene scacciato da Arthur. Dopo aver ringraziato Arthur, Hosea gli dona una mappa con la posizione di tutti gli animali leggendari dei vari stati. Più tardi, Arthur interroga Kieran, che gli comunica la posizione di Colm O'Driscoll solo dopo essere stato minacciato da Bill Williamson con delle pinze da castrazione. Dopo aver raggiuntola posizione indicata da Kieran (ovvero Six Point Cabin), Arthur, John e Bill fanno piazza pulita degli O'Driscoll. Quando Arthur cerca Colm nella capanna, viene attaccato da un O'Driscoll, che viene ucciso da Kieran. Dopo aver salvato la vita ad Arthur, Kieran entra a far parte della banda. Arthur va anche a caccia di bisonti con Charles e a derubare la casa di Chez Porter con Javier.

Successivamente, Abigail chiede ad Arthur di portare suo figlio Jack (che in questo capitolo ha quattro anni) a pescare al Dakota River. Lì, Arthur e Jack vengono avvicinati da Andrew Milton ed Edgar Ross, due agenti dell'Agenzia Investigativa Pinkerton che offrono la libertà ad Arthur in cambio di Dutch; dopo aver rifiutato, Arthur riporta Jack all'accampamento. Più tardi, Arthur raggiunge la città di Strawberry e fa evadere Micah che scatena un putiferio, obbligando Arthur ad uccidere tutti gli uomini di legge presenti a Strawberry solo per far recuperare a Bell le sue due pistole. Dopo la fuga, Arthur viene convinto da Micah a rapinare la diligenza della banca e a consegnare i soldi a Dutch come "offerta di pace".

John contatta Arthur e gli dice che ha sentito parlare di un treno pieno di turisti ricchi che attraverserà lo Scarlett Meadows di notte; Arthur ruba un carro carico di petrolio posseduto da Cornwall e lo piazza sui binari, facendo fermare il treno e permettendo a John, Charles e Sean di salire a bordo. Dopo aver rapinato il treno, i quattro riescono a fuggire dagli uomini di legge sopraggiunti.

Più tardi, John contatta nuovamente Arthur e gli dice di aver sentito parlare di un gregge di pecore in arrivo dal Ranch Emerald per essere vendute all'asta; i due riescono a spaventare i braccianti con un fucile da cecchino e consegnano le pecore al direttore dell'asta (che promette di non dire a nessuno del furto di bestiame in cambio del 18% del guadagno totale). Dopo essersi riuniti con Dutch e Strauss, i quattro vengono attaccati dagli uomini al soldo di Cornwall, che riescono ad eliminare per poi fuggire. Dopo aver capito che troppe persone sanno dove si trovano, Dutch manda Arthur e Charles ad investigare vicino ad un certo Torrente Dewberry per trovare una zona dove stabilire l'accampamento. Qui trovano una famiglia tedesca, il cui padre è stato rapito da dei criminali; i due seguono le tracce dei rapitori e trovano il loro covo: Clemens Point. Dopo averli eliminati e aver riportato il padre dalla propria famiglia, i due deviano la carovana verso Clemens Point, un luogo molto migliore per stabilire l'accampamento.

Capitolo di Clemens Point Modifica

Dopo aver stabilito l'accampamento a Clemens Point, Arthur, Dutch e Hosea escono a cavallo. Incontrano lo sceriffo di Rhodes: Leigh Gray, che ha arrestato Trelawny per frode. Dopo che Arthur ricattura alcuni fuggitivi che erano fuggiti, lo sceriffo libera Trelawny. In più, decide di rendere vicesceriffi Arthur, Dutch e Bill Williamson per far si che lo aiutino a smantellare una distilleria di Moonshine posseduta dalla Banda Del Lemoyne. Con l'aiuto del vicesceriffo Archibald MacGregor, i tre distruggono la distilleria, entrando in buoni rapporti con lo sceriffo.

Più tardi, Dutch ordina ad Arthur di dirigersi alla villa dei Gray, Caliga Hall, per scoprire di più su di loro. Morgan finisce per parlare con Beau Gray, che gli chiede di raggiungere la villa dei Braithwaite per consegnare una lettera alla sua amante segreta: Penelope Braithwaite. Dopo averle consegnato la lettera, Arthur viene incaricato di riportare a Beau un'altra lettera di Penelope rivolta a lui. La lettera spiega che Penelope intende partecipare ad un raduno per il suffragio femminile. La notizia che Penelope vuole partecipare ad un raduno per il diritto di voto alle donne allarma Beau, che paga Arthur per proteggerle guidando il carro al posto della loro leader, Mrs Olive Calhoon. Quando la marcia termina, Arthur ritorna al campo.

Arthur e Charles, preoccupati per la scomparsa di Trelawny, decidono di andare a trovarlo, scoprendo la sua stanza completamente distrutta con al suo interno evidenti segni di lotta. I due seguono le tracce all'esterno, fino a raggiungere un accampamento con due cacciatori di taglie, che eliminano. Successivamente, si spostano nel campo di mais vicino, dove trovano Trelawny che viene malmenato da alcuni cacciatori di taglie, che fuggono subito dopo. Preoccupati per ciò che Trelawny potrebbe aver detto su di loro, Arthur e Charles uccidono tutti e tre i cacciatori di taglie, scoprendo poi che Trelawny non aveva confessato; dato il pericolo, Josiah decide di trasferirsi a Clemens Point con la banda.

Dopo essere tornato al campo, Zio chiede ad Arthur se vuole unirsi a lui, Bill e Charles nel rapinare un carro che passerà lì vicino. Sfortunatamente, i quattro scoprono che il carro appartiene a Cornwall, che ha assoldato un vero e proprio esercito di mercenari per proteggerlo. Dopo una rocambolesca fuga, il gruppo si rifugia in un fienile nei paraggi, che viene attaccato dagli uomini di Cornwall. Dopo una sparatoria, i quattro riescono a fuggire e si dividono i soldi.

Poco dopo, Lenny chiede ad Arthur di rapinare con lui Shady Belle, una villa abbandonata ora abitata dalla Banda Del Lemoyne, per appropriarsi di alcune armi da loro possedute. Dopo una lunga battaglia contro la banda, i due riescono a recuperare un carico di fucili Bolt Action a canna rigata; Arthur decide di tenere per sé una delle armi, mentre Lenny rivende le altre. Arthur rapina anche una casa insieme a Sean, due diligenze (una con Sean e Tilly, l'altra con Sean e Mary-Beth) e va a pesca con Kieran e con Javier.

Dopo essere tornato al campo, Arthur viene chiamato da Bill, Karen e Lenny che gli propongono di rapinare la banca di Valentine con loro; Dopo un po' di esitazione, Arthur accetta. Karen distrae le guardie, Lenny e Bill le eliminano e Arthur si occupa delle casseforti. Dopo essere stati scoperti dalla legge, i quattro riescono a fuggire; Bill, Karen e Lenny tornano al campo, mentre Arthur raggiunge il Ranch Downes per recuperare il debito in denaro di Thomas.

Arthur scopre poi che gli O'Driscoll hanno organizzato un incontro tra Dutch e Colm. Sebbene Hosea si renda conto subito che è una trappola, Dutch decide di andare, portando con sé Arthur e Micah (Arthur li coprirà dall'alto con un fucile da cecchino). L'incontro si rivela però essere una trappola con il solo scopo di catturare Arthur. Il piano di Colm (che ha fatto un accordo con la legge) era quello di catturare Arthur per spingere Dutch ad attaccare il nascondiglio, dove sarebbe stata presente la legge. Arthur tuttavia, fugge, cauterizza con della polvere da sparo la ferita che gli era stata inferta prima e uccide i tre O'Driscoll che lo avevano catturato.

La gang decide quindi che, per poter avere più denaro per fuggire, deve rapinare sia i Gray che i Braithwaite. Arthur si dirige prima a Caliga Hall, dove brucia i campi di tabacco per ordine dei Braithwaite, poi raggiunge John e Javier (sempre a Caliga Hall) e ruba con loro i tre stalloni dei Braithwaite. Ai tre era stato detto che i cavalli sarebbero stati pagati ben 5.000 dollari, ma riescono a guadagnarne solo 700 (i Gray li hanno quindi ingannati). Più tardi, Arthur si dirige a Rhodes con Bill, Sean e Micah perché i Gray devono parlare con loro. L'incontro si rivela essere però una trappola, dove Sean viene ucciso. Infuriati, Arthur, Bill e Micah mettono a ferro e fuoco la città, uccidendo lo sceriffo Gray e tutti i suoi vice (compreso Archibald).

Dopo essere tornato all'accampamento, Arthur scopre che i Braithwaite hanno rapito Jack come vendetta per i loro cavalli rubati. Arthur quindi, insieme a Hosea, Dutch, Bill, Javier,Lenny,Charles e John attacca la villa dei Braithwaite, la brucia e scopre che Catherine ha consegnato Jack ad Angelo Bronte, un signore del crimine italiano che vive a Saint-Denis. Il giorno dopo, gli agenti Milton e Ross irrompono nel campo con un offerta: sono disposti a lasciare vivere tutto il resto della banda se gli viene consegnato Dutch. L'offerta viene rifiutata e i due se ne vanno, promettendo di tornare con cinquanta uomini. La banda si prepara quindi ad andarsene e a spostarsi a Shady Belle, mentre Arthur raggiunge la villa e fa piazza puliti dei restanti membri della Banda Del Lemoyne insieme a John.

Capitolo di Saint-Denis Modifica

Dopo essersi trasferiti a Shady Belle, Arthur e Dutch si dirigono a Saint-Denis per scoprire dove vive Bronte; Morgan viene a sapere da dei ragazzini di strada che cercavano di derubarlo che Bronte vive in una grande casa sul fiume. Arthur, Dutch e John si dirigono alla villa del boss e fanno un patto con lui: Arthur e John andranno al cimitero ad occuparsi di alcuni profanatori di tombe ed in cambio, Bronte gli ridarà Jack. Dopo aver svolto il lavoro, Bronte riconsegna il bambino ai tre insieme ad un invito alla festa del sindaco.

Arthur, Dutch, Hosea e Bill vanno alla festa e si dividono immediatamente per cercare qualche pista; Arthur pedina un servitore che parla di Leviticus Cornwall e ruba alcuni documenti riguardanti il magnate, prima di fuggire dalla villa insieme agli altri tre. Hosea rivela quindi di aver scoperto delle piste per dei possibili colpi, tra cui una rapina ad un battello, e la banca del Lemoyne.

Dopo aver sentito della rapina al battello, Trelawny prende il comando e riesce a far salire a bordo dell'imbarcazione Javier, Strauss e Arthur. Quest'ultimo vince (grazie all'aiuto di Strauss) a poker contro un uomo molto ricco di nome Desmond Blythe e, grazie ad Javier, rapina la cassaforte al piano superiore. Quando la copertura salta, Arthur, Strauss, Javier e Trelawny fuggono dal battello e si dividono i soldi.

Trelawny dice poi ad Arthur di andare a parlare con il capo indiano Pioggia Che Cade. Morgan lo trova a Saint-Denis insieme a suo figlio Aquila Che Vola. Pioggia Che Cade spiega ad Arthur che l'esercito americano intende sfrattarli dalle loro terre e gli chiede di rubare dalla raffineria di Cornwall dei documenti riguardanti lo sfratto. Arthur accetta e ottiene i documenti picchiando il segretario di Cornwall, Danbury. Quando Arthur sta per esserere ucciso dai mercenari al soldo di Cornwall, Aquila Che Vola causa un'esplosione, permettendogli di fuggire; dopo la fuga, l'indiano paga Arthur.

Nell'accampamento, Susan dice ad Arthur che Tilly è stata catturata dai Fratelli Foreman e che devono andare a salvarla. Dopo aver raggiunto il rifugio, i due liberano Tilly e inseguono Anthony Foreman, il capo della banda. Dopo averlo catturato, Susan ordina ad Arthur di ucciderlo e Tilly di risparmiarlo; qualunque sia la scelta del giocatore, i Foreman non disturberanno più Tilly in futuro.

Sadie chiede poi ad Arthur se ha notizie di Kieran, scomparso da un po'; immediatamente dopo, il cadavere decapitato di Kieran a bordo di un cavallo entra nell'accampamento insieme ad un enorme gruppo di O'Driscoll. La banda si rifugia quindi dentro Shady Belle; solo allora Dutch di rende conto che Sadie è ancora all'esterno. Arthur corre ad aiutarla, ma lei preferisce rimanere fuori e uccidere più O'Driscoll possibili per vendicare suo marito. I due affrontano gli O'Driscoll di petto e, grazie all'aiuto degli altri membri della banda che ora sono usciti all'esterno, riescono a respingerli.

Durante il capitolo, Arthur rapina due diligenze (la prima con Micah e Bill e la seconda con Lenny) e va a rubare del bestiame con Zio.

Dutch dice ad Arthur di raggiungerlo e gli rivela che loro due e Lenny stanno per rapinare la stazione dei tram di Saint-Denis dopo aver ricevuto una soffiata da Angelo Bronte. I tre rapinano il posto, per poi scoprire che nella cassaforte ci sono solo novanta dollari. Il gruppo cerca di fuggire dalla polizia sopraggiunto a bordo di un tram che poi si schianta. Dopo aver rubato un carro, i tra riescono a mettersi in salvo e a dividersi i soldi.

Più tardi, Arthur è contattato da Mary, che gli chiede di incontrarla a Saint-Denis. Quando Arthur la raggiunge, Mary confessa di essere molto preoccupata per suo padre, che ha iniziato a giocare d'azzardo e ad andare a letto con prostitute. I due lo pedinano e lo scoprono mentre vende la spilla della madre di Mary ad Ashton, conosciuto strozzino di Saint-Denis. Mentre Mary affronta suo padre, Arthur insegue la diligenza sulla quale Ashton è fuggito e recupera la spilla (pagandola o picchiando Ashton). Quando Morgan restituisce la spilla a Mary, questa lo invita ad andare a teatro con lei (la scelta spetta al giocatore); successivamente, Mary implora Arthur di fuggire con lei, ma lui le risponde che è un ricercato e che andarsene con lei la metterebbe in pericolo. Dopo essersi resa conto che Arthur non abbandonerà mai la vita da fuorilegge, Mary gli dice addio e i due si separano.

Nell'accampamento, Dutch dice ad Arthur che lui ed Hosea non sono d'accordo sul da farsi e che il voto definitivo spetta a lui: Dutch vuole uccidere Angelo Bronte come rappresaglia per averli ingannati, dicendo che questo renderebbe la rapina alla banca di Saint-Denis molto più semplice. Dall'altra parte, Hosea ritiene il piano di Dutch stupido ed è convinto che uccidere Bronte li metterebbe solo in pericolo. Arthur si schiera con Dutch ed i due raggiungono Lagras per fare un accordo con un pescatore locale di nome Thomas che li aiuterà ad entrare nella villa di Bronte dalla palude. Dutch gli parla e i tre vanno a cercare l'assistente di Thomas, Jules, disperso nella palude. Arthur lo trova terrorizzato in cima ad un albero che afferma di avere visto un mostro; quando il gruppo sta tornando a Lagras, la barca si incaglia e Jules scende in acqua per scastrarla, venendo nuovamente attaccato dal "Mostro" che si rivela essere un alligatore gigante ("Bullgator" in lingua originale). L'animale lo ferisce ad una gamba, costringendo Arthur a scendere dalla barca per aiutarlo; grazie all'aiuto di Dutch, l'alligatore viene messo in fuga ed i quattro tornano a Lagras.

Dopo essere tornato a Lagras, Arthur si unisce alla banda (compreso Thomas) e tutti insieme si dirigono in barca verso la villa di Bronte. Dopo aver liberato l'area, Arthur cattura Bronte e lo carica sulla barca; Dutch, tuttavia, perde la calma all'ennesimo insulto di Bronte (che cerca di aizzare la stessa gang contro Dutch, offrendo 1000 dollari a chiunque lo avesse ucciso) e lo uccide affogandolo e dando il suo corpo in pasto ad un alligatore.

Nell'accampamento, la banda porta a termine i preparativi per la rapina a Saint-Denis e si dirige verso la banca mentre Dutch spiega il piano: Hosea e Abigail creano un diversivo per allontanare la polizia, mentre il resto della banda entra nella banca. Arthur si occupa della cassaforte, quando all'improvviso arrivano i Pinkerton. La banca è completamente circondata e l'Agente Milton tiene in ostaggio Hosea. Dutch cerca di negoziare, ma Milton è irremovibile e afferma di aver dato alla gang già troppe possibilità, per poi sparare ad Hosea nel petto, uccidendolo. La banda attacca i Pinkerton con tutte le proprie forze, causando un'immensa sparatoria. Dutch dà ad Arthur della dinamite, con la quale fa esplodere il muro, arrampicandosi sul tetto e dando fuoco di copertura alla banda, permettendole di salire sul tetto. Il gruppo raggiunge Arthur senza John, che è stato arrestato dai Pinkerton. Quando la banda cerca di fuggire sul tetto, Lenny viene ucciso da due Pinkerton ed Arthur si ferma un momento per piangerlo. Dopo aver raggiunto un palazzo abbandonato, la banda esce di notte e riesce a salire su una barca diretta a Cuba (senza però Charles, che è rimasto indietro per distrarre alcuni Pinkerton). La nave però, a causa di una tempesta, affonda e Arthur rimane separato dagli altri.

Capitolo di Guarma Modifica

Arthur si risveglia su una spiaggia di Guarma e si mette alla ricerca di qualche segno di civiltà. Incontra poi la banda, ma viene immediatamente arrestato insieme a loro dall'esercito locale e legato con delle catene ai piedi dei suoi compagni. Lungo la strada per la prigione, dei ribelle attaccano i soldati. Durante la battaglia, Arthur recupera le chiavi da un soldato morto e le usa per liberarsi dalle catene. Dopo aver ucciso le guardie, Hercule Fontaine, il leader dei ribelli, ordina alla banda di seguirlo. Durante la fuga, Javier viene ferito ad una gamba dai rinforzi dei soldati ed il gruppo è obbligato a fuggire senza di lui. Nonostante ciò, Hercule conduce la banda ad un piccolo avamposto ribelle pieno di fucili. I rinforzi arrivano in fretta, ma Hercule e la banda riescono a respingerli, per poi dirigersi ad un avamposto ribelle chiamato La Capilla.

Dopo essere arrivato a La Capilla, Arthur si riposa un po', per poi uscire ad esplorare l'isola. Si unisce poi a Dutch per andare a salvare Javier. I due entrano in una grotta, dove si trova un'anziana donna di nome Gloria. Dutch la paga con un lingotto d'oro (ultimo pezzo rimasto dalla rapina di Saint-Denis) e lei li conduce ad una scala che porta ad Aguasdulces. A quel punto, la donna chiede più soldi; dopo aver capito che Dutch non è in grado di pagarla, lo minaccia con un coltello. Rapidamente, Dutch la disarma e la uccide, sotto lo sguardo attonito di Arthur. I due entrano ad Aguasdulces, dove vedono il colonnello Fussar e un gruppo di soldati che seguono un asino che trascina dietro di sé Javier. I due si mettono alla ricerca di una distrazione, e trovano una raffineria di zucchero. Dutch rovescia tutto lo zucchero sul pavimento per poi far saltare in aria la fornace. Quando il magazzino esplode, i due raggiungono Javier e fuggono dal complesso, fino ad arrivare al fiume di Arroyo De La Vibora. Qui, Dutch ordina ad Arthur di respingere i soldati mentre lui fugge con Javier. Ondate di nemici attaccano Arthur, che però riesce a respingerli tutti e ad allontanarsi.

Arthur si dirige quindi ad indagare su un gruppo di lavoratori scomparsi. Qui, Arthur viene catturato e imprigionato assieme ad altri due ribelli. Una guardia si dirige verso di lui per torturarlo, ma Arthur reagisce, la uccide e si intrufola in un campo di soldati vicino insieme ad uno dei ribelli. Dopo aver salvato altri tre ribelli dall'impiccagione, i due uccidono tutti i soldati.

Risolto anche questo problema, Arthur si dirige insieme alla banda a Cinco Torres. Qui vedono una nave da guerra cubana in avvicinamento e orde di nemici che avanzano verso il castello. La banda ed Hercule sparano ai soldati dall'alto, finché questi non entrano nella roccaforte. A questo punto, Hercule, Dutch e Arthur escono all'esterno ed eliminano tutti i soldati per poi tornare in cima al castello. Lì, usano il cannone per sparare alla nave da guerra che, dopo aver subito molti colpi, cola a picco e la banda inizia a pianificare un modo per abbandonare l'isola.

La banda si prepara a lasciare l'isola quando scopre che una batteria di cannoni è stata piazzata intorno all'isola. Dopo aver capito che quella batteria di cannoni va distrutta, la banda la prende d'assalto e Arthur fa saltare in aria i cannoni. Durante la corsa verso la nave, Arthur irrompe nella cabina dei lavoratori e trova il capitano della nave che dovrebbe farli fuggire e viene attaccato da Levi Simon. A questo punto entra Dutch, che punta la sua pistola contro Levi; immediatamente dopo, entra anche Fussar che prende di mira Dutch. Lo stallo alla messicana termina con Arthur che calcia il fucile a terra verso il capitano che spara a Simon, uccidendolo. Fussar fugge dalla cabina e si rifugia su una torre, venendo immediatamente ucciso da Arthur che fa crollare la struttura con un cannone. La banda sale quindi sulla nave e abbandona Guarma una volta per tutte.

Capitolo di Beaver Hollow Modifica

La banda attracca al trading post di Van Horn e Arthur ruba un cavallo che utilizza per tornare a Shady Belle. La villa è abbandonata, e Morgan trova una lettera scritta da "Caroline" (in realtà Sadie Adler) che spiega che il resto della banda si trova a Lakay. Mentre si prepara a uscire, Arthur viene messo all'angolo da un gruppo di Pinkerton. Dopo essere riuscito ad uccidere i suoi assalitori, Arthur si dirige verso Lakay. Dopo essere arrivato, ritrova tutto il resto della banda e Abigail gli spiega che John è stato rinchiuso nel Penitenziario di Sisika; subito dopo arrivano anche Bill, Javier, Micah e Dutch. La riunione è però interrotta dall'Agente Milton e da un gruppo di Pinkerton, che aprono il fuoco su Lakay con una mitragliatrice Maxim. Con l'aiuto di Sadie e di Bill, Arthur riesce a respingere i nemici; poco dopo Sadie gli chiede di incontrarla a Saint-Denis per poter studiare un piano per far evadere John dal Penitenziario di Sisika.

Dutch ordina ad Arthur di ripulire un nascondiglio di nome Beaver Hollow, dove al momento risiede una banda di cannibali conosciuti con il nome di "Clan Murfree". Arthur porta con sé Charles e i due arrivano a Beaver Hollow in canoa o a cavallo, a seconda della scelta del giocatore. I due entrano nel campo e uccidono tutti i nemici, trovando una ragazza di nome Meredith, catturata dal Clan. Arthur la riporta a casa ad Annesburg mentre Charles guida la banda a Beaver Hollow. Dopo essere tornato al campo, Arthur assiste all'arrivo di Molly che, ubriaca, confessa di essere lei la talpa e di aver parlato ai Pinkerton. Dopo aver ascoltato la confessione, Susan la uccide con un fucile a pompa.

Mentre è ad Annesburg, Arthur nota Edith Downes che, infuriata, gli urla contro che è colpa sua se suo marito e morto e suo figlio lavora in miniera. Sentendosi male per ciò che ha fatto, Arthur raggiunge la miniera, picchia il capo minatore che maltrattava Archie e lo riporta indietro dandogli dei soldi.Tuttavia Edith si rifiuta di lasciare la città, e continua a fare la prostituta per guadagnare. Arthur la affronta nel bosco e la convince a lasciare la città.

Arthur si dirige quindi a Saint-Denis per incontrare Sadie, ma collassa a terra a causa di una violenta tosse. Un uomo lo accompagna dal dottore, che gli diagnostica la tubercolosi, contratta da Thomas Downes mesi prima. Questa notizia sciocca Arthur (dato che all'epoca la tubercolosi era una malattia incurabile) e lo spinge a cambiare e a diventare un uomo migliore.

Dopo la visita, Arthur si incontra con Sadie, che ha assoldato un pilota di mongolfiere di nome Arturo Bullard per far fare ad Arthur un tour. Arthur usa quindi la mongolfiera per sorvolare il Penitenziario di Sisika e cercare John. Dopo averlo localizzato, le guardie aprono il fuoco, obbligando i due ad andarsene. Subito dopo, Arthur individua Sadie mentre viene inseguita da un gruppo di O'Driscoll. Arturo viene ucciso dai nemici e la mongolfiera si schianta; dopo una sanguinosa sparatoria, Arthur e Sadie uccidono tutti gli O'Driscoll.

Arthur si dirige poi al porto di Copperhead Landing per aiutare Sadie a far evadere John dal Penitenziario di Sisika. Dopo aver zittito Abigail che insisteva per venire, i due raggiungono il penitenziario; salgono quindi su una torre e uccidono tre guardie. Dopo aver catturato una guardia di nome Milliken che gli dice che John è in cella, i due raggiungono la porta del penitenziario, si fanno consegnare John e si danno alla fuga.

Ad Arthur viene ordinato da Dutch e Micah di raggiungerli ad Annesburg per occuparsi di Cornwall. I tre si nascondono vicino al suo yacht e, dopo averlo sentito parlare con i Pinkerton, Dutch esce allo scoperto, ordinando a Cornwall di consegnarli 10.000 dollari ed una barca per andarsene. Quando Cornwall rifiuta, Dutch gli spara nel petto, uccidendolo. I Pinkerton attaccano il gruppo, che riesce a fuggire dalla città; Arthur scopre poi che Micah ha rubato a Cornwall dei documenti che si riveleranno molto utili.

Arthur si dirige poi a Saint Denis con Dutch e Sadie per assicurarsi che Colm O'Driscoll venga impiccato. I tre si travestono per non venire riconosciuti e vedono due O'Driscoll in mezzo alla folla; Arthur capisce quindi che c'è un cecchino sul tetto del palazzo di fronte al palco e, dopo essere salito in cima al palazzo, lo uccide a coltellate. Nel frattempo, Dutch e Sadie prendono in ostaggio i due O'Driscoll e Colm viene impiccato. Sadie quindi uccide i due O'Driscoll e lei e Dutch riescono a fuggire dalla città grazie ad Arthur, che li copre dal tetto.

Arthur riceve poi una lettera da Mary, nella quale lei spiega di voler tagliare i rapporti con lui, dato che non potranno mai stare insieme; insieme alla lettera, rispedisce ad Arthur il loro anello di fidanzamento. Tuttavia, Mary non sa che Arthur è malato di tubercolosi.

I documenti che Micah ha rubato rivelano il percorso di un grande carico di dinamite. Micah (ormai divenuto a tutti gli effetti il braccio destro di Dutch) ordina ad Arthur e Bill di andare a prenderlo. Bill si finge ubriaco e blocca il carro mentre Arthur apre il fuoco ed uccide le guardie. I due portano poi il carro all'accampamento.

Poco dopo, Strauss chiede ad Arthur di andare a riscuotere i debiti di due persone: Un soldato disertore di nome J.John Weathers ed un minatore di nome Arthur Londonderry. Morgan si dirige dal primo che promette di consegnarli le provviste presenti sul suo carro se lo aiuterà a respingere i soldati che lo stanno attaccando. Dopo averli uccisi, John fa uscire allo scoperto una donna indiana con la quale sta insieme. Dopo essersi reso conto della situazione, Arthur può scegliere se accettare il medaglione d'argento che John gli offre per pagare il debito (siccome il carro con le provviste è andato distrutto durante lo scontro con i soldati) oppure se annullarlo. Successivamente, Arthur si dirige nelle miniere di Annesburg per cercare Arthur Londonderry, solo per scoprire che è morto. Il caposquadra gli dice, però, che la moglie potrebbe avere qualcosa con cui pagare il debito. Dopo aver raggiunto la vedova ed essersi reso conto che lei e il figlio vivono nell'assoluta povertà, Arthur può scegliere se annullare il debito o se annullare il debito e dare dei soldi per la donna.

Dopo essere tornato all'accampamento, Arthur caccia Strauss, dicendogli che con i suoi prestiti a gente disperata, non fa altro che far vergognare la banda.

Arthur incontra poi John al Ponte Baccus, che i due hanno intenzione di far saltare in aria con la dinamite rubata da Arthur e Bill. Questo atto costa quasi la vita ad entrambi, in quanto riescono ad evitare di venire investiti da un treno per un soffio. Poco dopo, John dice ad Arthur di avere paura per la vita della sua famiglia a causa della discesa nella follia di Dutch. Arthur gli consiglia di fuggire quando sarà il momento, e John gli dice che forse Abigail sa dove Dutch tiene nascosti i soldi.

Aquila Che Vola entra, più tardi, a Beaver Hollow e comunica alla banda che i soldati hanno sequestrato i loro cavalli e che ha bisogno del loro aiuto per riprenderli. Dutch, vedendo nel giovane la giusta opportunità per danneggiare il governo, accetta di aiutarlo, ordinando a Charles e ad Arthur di andare con lui. I due sono preoccupati a causa del cambio del comportamento di Dutch, ma decidono di andare con lui a riprendersi i cavalli, rinchiusi in un battello dell'esercito. Dopo essere saliti furtivamente sul battello, i quattro neutralizzano le guardie, prendono i cavalli e li riportano a riva. Dopo aver raggiunto la riva, Aquila Che Vola e Dutch riportano i cavalli alla riserva, mentre Arthur va ad incontrare Pioggia Che Cade.

Arthur raggiunge la riserva e incontra Pioggia Che Cade. Dopo che il capo indiano si rende conto che Arthur è malato, lo convince a seguirlo per andare a recuperare alcune erbe che potrebbero alleviare il dolore. Mentre cavalcano, un capitano dell'esercito chiamato Monroe che chiede ai due aiuto. Arthur accetta di aiutarlo e l'uomo se ne va. Morgan e Pioggia Che Cade raggiungono poi un luogo sacro per gli indiani, solo per trovarlo bruciato e con tutti gli oggetti sacri spariti. Arthur, dopo aver capito che è opera dell'esercito, si intrufola nel campo dei soldati, recupera gli oggetti sacri e li riconsegna a Pioggia Che Cade. I due poi si separano.

Arthur incontra poi Monroe, che gli mostra un bambino malato di vaiolo e gli spiega che ciò è accaduto perché il Colonnello Favours si è rifiutato di consegnare i vaccini agli indiani (per facilitare il loro spostamento dalla riserva). Arthur, disgustato da tutto ciò, chiede a Monroe di mostrargli dove sono i vaccini. Dopo aver trovato il carro, Arthur ruba i vaccini e li porta alla riserva.

Sotto ordine di Dutch, Arthur si incontra con lui e con un gruppo di indiani guidati da Paytah e Aquila Che Vola. Dutch gli comunica che hanno intenzione di intrappolare alcuni soldati in una gola e ricoprirli di pece e piume. Pur essendosi reso conto che Dutch sta solo sfruttando i ragazzi, accetta di aiutarlo. Dopo aver piazzato della dinamite su degli alberi, il gruppo si mette al riparo. Quando i soldati arrivano, Arthur fa saltare la dinamite, intrappolando i soldati, ai quali viene ordinato di gettare le armi. Sfortunatamente, intervengono i rinforzi ed il gruppo è costretto ad aprire il fuoco; nonostante la resistenza, tutti gli indiani vengono uccisi o catturati. Arthur e Dutch fuggono poi sul bordo di un dirupo, dal quale saltano nel fiume sottostante, salvandosi.

In seguito alla cattura di Aquila Che Vola, viene annunciato un incontro tra Favours e Aquila Che Vola; Charles convince quindi Arthur a parteciparvi. Durante l'incontro, Arthur ha un attacco di tosse e viene scortato in una tenda. Qui origlia da un soldato che Favours ha intenzione di giustiziare Monroe (per aver rubato i vaccini). Dopo essere tornato dagli altri, Favours ordina ai soldati di arrestare Monroe. Arthur e Charles, tuttavia, lo prendono e fuggono; dopo aver eliminato i soldati, scortano Monroe alla Stazione del Ranch Emerald.

Più tardi,Charles e Arthur scoprono che Aquila Che Vola è imprigionato a Fort Wallace e decidono di andare a liberarlo. Guadano il fiume e raggiungono il forte, dove aspettano la notte prima di agire. Durante la notte, eliminano numerose guardie sulle mura per poi salire dentro il forte con delle corde. Una volta all'interno, uccidono molti soldati e liberano Aquila Che Vola, scappando poi grazie a delle canoe. Dopo essere fuggiti, Charles riporta il giovane indiano da suo padre.

Successivamente, Aquila Che Vola entra a Beaver Hollow con numerosi guerrieri, affermando che l'esercito ha attaccato la riserva e che ha bisogno dell'aiuto della banda per distruggere la raffineria di Cornwall. A questo punto, Pioggia Che Cade interviene, implorando i ragazzi di non andare a combattere. Aquila Che Vola, tuttavia, non lo ascolta e parte con i guerrieri verso la raffineria. Dopo una breve discussione, la banda decide di attaccare la raffineria con l'aiuto di altri due membri chiamati Cleet e Joe. Quando arriva, però, la gang trova la battaglia ormai già terminata: Molti indiani sono morti e Aquila Che Vola sta combattendo al centro della struttura; qui, la banda si divide in due gruppi: Uno guidato da Arthur che si dirige a salvare Aquila Che Vola e l'altro guidato da Dutch che attacca i soldati. Dopo aver salvato Aquila Che Vola, i due gruppi si riuniscono e Dutch e Arthur entrano nel magazzino per rubare alcune obbligazioni. Quando stanno per uscire, una tubatura esplode, facendo cadere Arthur e lasciandolo in balia dei soldati sopravvenuti, mentre Dutch se ne va. Proprio quando sembra essere giunta la fine, Arthur viene salvato da Aquila Che Vola, che viene a sua volta ferito mortalmente dal colonnello Favours. In una frazione di secondo, Arthur spara a Favours nel petto, uccidendolo, e porta Aquila Che Vola alla riserva, dove muore.

Dutch annuncia alla banda che hanno intenzione di portare a termine un ultimo colpo prima di lasciare il paese. Comunica poi che rapineranno un treno dell'esercito che passerà per Saint-Denis e che tutti devono contribuire. Il gruppo si dirige verso Saint-Denis, ma il treno supera la città senza fermarsi, obbligando la banda ad inseguirlo. Dopo essere salito a bordo, il gruppo viene attaccato da orde di nemici; nonostante Arthur riesca ad ucciderne la maggior parte, John viene colpito ad una spalla da un soldato dopo aver sganciato dal treno un vagone in fiamme, e cade dal treno. Dutch afferma che andrà a salvarlo mentre la banda scende dal treno con le paghe dell'esercito. Poco dopo, Micah e Dutch raggiungono Arthur, dicendogli che John è morto, rattristandolo profondamente.

Mentre tornano indietro, incontrano Tilly, che afferma che Abigail è stata catturata. Dutch e Micah decidono di abbandonarla insieme a quasi tutta la banda; solo Arthur e Sadie si rifiutano di lasciarla a morire e vanno a Van Horn, cercando di salvarla. Arthur copre Sadie dal faro mentre lei va a salvare Abigail, venendo però catturata dai Pinkerton. Arthur entra quindi nella capanna dove si trovano le donne, venendo attaccato dall'Agente Milton. Milton dice poi ad Arthur che Micah ha agito come talpa per loro fin da dopo Guarma ma quando sta per ucciderlo, Abigail gli spara alla tempia. Arthur riporta Abigail da Tilly e Jack e le ordina di andare via con Sadie; prima di andarsene, Abigail consegna ad Arthur la chiave per aprire la cassa dove Dutch tiene i soldi.

Arthur entra nel campo, dopo una toccante ultima cavalcata, affermando che Micah li ha traditi e puntandogli una pistola contro. Sebbene Micah faccia lo stesso, nessuno sembra voler prendere una posizione, fino a quando John fa il suo ingresso nell'accampamento dicendo che Dutch lo ha abbandonato. Anche Susan si schiera dalla parte di Arthur, ma purtroppo per lei, Javier entra nell'accampamento annunciando che i Pinkerton stanno per arrivare, distraendola e permettendo a Micah di ucciderla. Il resto della banda si schiera con Micah, ma prima che Arthur e John possano venire uccisi, i Pinkerton irrompono nel campo e aprono il fuoco. Arthur e John fuggono attraverso le caverne e qui, Morgan dice a Marston che Micah li ha traditi. Dopo aver raggiunto la superficie, Arthur rivela a John che la sua famiglia è al sicuro a Copperhead Landing; i due fuggono quindi a cavallo, ma sono obbligati a procedere a piedi quando i loro animali vengono abbattuti dai Pinkerton. Qui, Arthur deve prendere una decisione importante: Ritornare a prendere i soldi o aiutare John a fuggire per raggiungere la sua famiglia.

  • Aiuta John (Onore Alto)

Arthur ordina a John di fuggire in cima a una montagna mentre lui tiene a bada i Pinkerton, per poi venire attaccato da Micah. Dopo un brutale duello a pugni, Dutch impedisce ad Arthur di sparare a Micah; Qui Arthur ribatte che ha dato a Dutch tutto ciò che aveva e conclude dicendo: "John ce l'ha fatta. Lui è l'unico. Tutti noi, no. Ma io... ci ho provato. Alla fine... ci ho provato...". Micah e Dutch se ne vanno, lasciando Arthur a morire di tubercolosi in pace, sapendo di avere aiutato John a riunirsi con la sua famiglia.

  • Aiuta John (Onore Basso)

Invece di fuggire dopo che Dutch se ne va, Micah raccoglie la sua pistola, raggiunge Arthur e gli urla che non è migliore di lui, per poi sparargli in testa e sputare sul suo cadavere.

  • Torna Per I Soldi (Onore Alto)

Arthur lascia John a fuggire mentre lui ritorna nell'accampamento. Lì, riesce a trovare il sacco con i soldi nascosto nel baule di Dutch. Mentre esce dalla caverna, viene attaccato da Micah e pugnalato al fianco sinistro. I due lottano con i coltelli e, durante il duello, Arthur riesce a sfregiare Micah sull'occhio sinistro. Qui, interviene Dutch che, dopo aver sentito sia Arthur che Micah accusarsi a vicenda, decide di abbandonarli entrambi. A questo punto, Micah se ne va prendendo i soldi, mentre Arthur muore a causa della tubercolosi.

  • Torna Per I Soldi (Onore Basso)

Invece di riuscire a sfregiare Micah, Arthur perde l'equilibrio e viene pugnalato al petto. Dopo che Dutch se ne va, Arthur cerca di strisciare via, ma viene ucciso da Micah che lo pugnala alla schiena.

A seconda di come Arthur è morto, il giocatore (mentre ascolta la canzone "Unshaken") potrà vedere un cervo che bruca l'erba sotto il sole (Onore Alto) o un coyote che si nasconde in una caverna mentre piove (Onore Basso). Dopo la sua morte, Arthur viene seppellito da Charles su una collina "Con il sole a fargli compagnia", come era solito dire Arthur. La sua tomba si trova ad Ambarino, a Nord-Est del Ponte Bacchus.

Modifica

« Lui ci ha salvati, sì. Nessuno di noi oggi sarebbe qui se non fosse stato per Arthur. »

(Abigail Roberts a Jack Marston)
Il tentativo di Arthur di dare a John una vita normale si rivela fruttuoso, in quanto otto anni dopo, John e la sua famiglia comprano un terreno a Beecher's Hope per vivere da mandriani.

Anni dopo la morte di Arthur, Mary è vista visitare la sua tomba e piangere la sua perdita insieme ad un cervo o ad un coyote (a seconda del livello di onore.

La morte di Arthur viene vendicata anni dopo da John, Charles e Sadie, che riescono a trovare Micah e la sua nuova banda in cima al Monte Hagen e ad ucciderlo. Ironicamente, la morte di Micah porta i Pinkerton proprio sulle tracce di John, dando vita agli eventi del primo capitolo quattro anni dopo.

Dopo che il giocatore ha raggiunto il completamento del gioco al 100%, partirà un piccolo filmato dove si vede John che completa il diario di Arthur davanti alla sua tomba e pronuncia le parole "Direi che questa è la fine, amico mio".

Il personaggio Modifica

Personalità Modifica

« Non era buono. Era... beh, era buono e cattivo... E' difficile dire che cosa fosse alla fine »

(John Marston a Mickey)
Arthur Morgan è un fuorilegge freddo e spietato che spesso ricorre alla violenza e non si preoccupa affatto di uccidere. Quando si scatena, Arthur può essere estremamente spietato e con una completa mancanza di empatia verso le persone che ferisce. Pur essendo capace di commettere tali violenze, la personalità di Arthur ha anche un lato giocoso che si palesa quando è con i suoi compagni (ai quali non risparmia battute sarcastiche). Notare come Arthur è gentile con il figlio di John Marston, Jack (all'epoca, di quattro anni) avendo con lui un atteggiamento gentile, in contrasto con la sua personalità.

Riguardo la religiosità, Arthur è ateo ma mostra più volte di credere in un aldilà.

Pur essendo capace di commettere atti brutali, Arthur ha un codice morale e uccide solo se strettamente necessario, sopratutto se il farlo potrebbe mettere a rischio le vite delle persone a cui tiene. Dutch ha cresciuto Arthur facendogli credere che la vendetta è un qualcosa di inutile. Sembra anche credere che la violenza dovrebbe essere fredda, necessaria e senza sentimenti; questo è provato dal fatto che Arthur non prova mai piacere nell'infliggere dolore.

Personalmente, Arthur è consapevole di essere una "brutta persona" e capisce chiaramente che il suo comportamento è moralmente sbagliato. Ad ogni modo, giustifica le sue azioni definendosi un criminale diverso dagli altri, in quanto la banda di Van Der Linde porta con sé una filosofia che, secondo Arthur, potrebbe aiutare le persone. Con il passare del tempo, lui e John si rendono conto che questa filosofia non è nient'altro che una scusa.

Il deteriorarsi della sua lealtà nei confronti di Dutch, fanno entrare Arthur in una profonda crisi esistenziale. Siccome Dutch lo aveva cresciuto sin da quando era un ragazzo, la sua filosofia era l'unica cosa in cui Arthur aveva mai creduto fino alla caduta della banda. Mentre la banda cade a pezzi, Arthur si rende conto che i problemi sociali sono ben più complicati di quanto pensasse e che la banda non sarebbe mai riuscita a risolverli. La cosa più disturbante per Arthur, tuttavia, è il vedere come Dutch manipola ragazzi giovani (come Aquila Che Vola) per convincerli a compiere azioni violente. Questo gli dà una prospettiva completamente diversa, facendogli capire come, in tutti questi anni, Dutch lo abbia solo sfruttato.

Con la sua fiducia in Dutch e nella banda di Van Der Linde scomparsa, Arthur diventa più saggio e sensibile, aprendosi a Pioggia Che Cade e parlandogli delle esperienze traumatiche da lui vissute, inclusa la morte di suo figlio Isaac. Inizia anche ad affezionarsi alle altre persone più che a sé stesso. L'ultimo obiettivo di Arthur, infatti, è proprio il salvare John Marston e la sua famiglia per aiutarli a costruirsi un futuro, facendo servire a qualcosa tutto ciò che la banda ha passato.

Arthur è molto umile e non sente mai il bisogno di provare le sue abilità ai suoi compagni di banda. Viene, a volte, chiamato "idiota" o "stupido" e accetta queste critiche, confermandole. Nonostante questo, Arthur è perspicace, molto intelligente e dimostra un'autoconsapevolezza superiore a quella di tutti gli altri membri della gang. Questo gli permette di mantenere la calma anche sotto pressione e di non cadere nella tentazione di vendicarsi.

A differenza della maggior parte delle persone durante quel periodo, Arthur è disgustato dal razzismo e considera le donne al pari degli uomini.

Aspetto fisico Modifica

« C'era un tizio che vedevo con te, anni fa. Era... alto... e con la faccia triste? »

(Joe Butler a John Marston)
In una fotografia che lo ritrae nella sua tenda prima del 1899, Arthur indossa un vestito marrone ed ha una bandana intorno al collo.

Nel 1899, Arthur ha 36 anni, con una corporatura perfetta per il suo ruolo e capelli castani. Indipendentemente dalla scelta del giocatore, Arthur ha occhi color verde chiaro ed una cicatrice sul mento (perfettamente visibile quando la barba raggiunge il livello 3).

L'aspetto fisico di Arthur è influenzato dal giocatore, che può scegliere che vestiti fargli indossare e come tagliargli barba e capelli.

Il giocatore deve anche prendersi cura di Arthur, il che influirà sul suo aspetto fisico. Un Arthur in salute manterrà la sua corporatura robusta; dargli troppo da mangiare lo farà ingrassare, donandogli più salute ma limitando la resistenza, mentre non nutrirlo lo farà dimagrire, donandogli più resistenza ma limitando la salute.

Durante il suo soggiorno a Guarma, Arthur ha delle scottature sul volto ed ha i capelli più lunghi.

Dopo essere tornato da Guarma, l'aspetto fisico di Arthur si deteriora a causa della tubercolosi. La sua faccia diventa pallida, gli angoli degli occhi diventano rossi ed acquosi e si sviluppano delle occhiaie, a causa dell'eccessivo tossire.

Apparizioni Modifica

In qualità di protagonista, Arthur compare in tutte le missioni fino alla fine del capitolo 6. La sua voce viene sentita come flashback di John durante le missioni "Paternità Per Idioti" e "Un Amico Su Cui Puntare".

Abilità Modifica

Siccome è uno dei membri più vecchi della banda, Arthur è il seguace di Dutch più forte, più affidabile e più versatile ed è sempre pronto a fare tutto il possibile per aiutare la banda.

Arthur è ritenuto, da amici e nemici, il membro più temuto e pericoloso della banda di Van Der Linde. Nel 1899, la sua reputazione è tale che tutti i compagni di banda rispettano la sua posizione. In molte occasioni, è il bersaglio di attacchi da parte di bande nemiche o uomini di legge, con l'intento di ucciderlo o di reclutarlo.

La sua versatilità e ferocia, combinate con la sua forza, lo rendono un combattente temibile. E' in grado di utilizzare tutti i tipi di armi, dall'antica Pistola Volcanic alla moderna Pistola Mauser. Insieme a Charles, è il lottatore più forte della banda; questo viene provato durante la rissa al saloon di Valentine: Qui, Arthur riesce a salvare Javier, mettere al tappeto tre uomini e picchiare quasi a morte il gigantesco Tommy, il cittadino più forte della città, in pochi minuti.

Persino vicino alla morte, con la tubercolosi all'ultimo stadio, è capace di tenere testa a Micah. Seppur suscettibile alla sorpresa, non incontra mai un problema che non riesce a risolvere, combattendo o, se necessario, fuggendo.

Le abilità di Arthur vanno spesso oltre le competenze richieste; Interrogatore esperto, per ottenere le informazioni che gli servono, si avvale anche del suo carisma e della sua ironia. Dimostra spesso di imparare in fretta ad utilizzare oggetti che non conosce, sopratutto se si tratta di macchinari tecnologici come le locomotive. Nonostante non ci siano prove che dimostrino che ha ricevuto dell'istruzione al riguardo, il suo diario dimostra il suo talento per scrivere e documentare.

Nonostante sia umile al riguardo, Arthur è molto intelligente. Dimostra un forte senso di leadership, è un abile stratega ed è anche molto perspicace, riuscendo a capire le trappole o gli inganni prima che avvengano. Hosea crede che la modestia di Arthur nasconda una mente ancora più acuta e sveglia di quanto lo stesso Arthur creda. Il comportamento di Arthur è un altro punto chiave: Non perde mai la calma, cosa che torna molto utile quando vede suoi amici venire uccisi, o lui stesso tradito. Questo lo rende una figura imponente ed intimidatoria che persino Micah evita di infastidire, fino a che non si ammala.

Arthur dimostra anche una grande capacità di procurare oggetti alla banda cacciando, saccheggiando, pescando, costruendo, giocando d'azzardo, rubando e riscuotendo prestiti; Il libro contabile della banda ne è una prova.

Arthur è anche abile nella sopravvivenza. Nonostante spieghi a Charles di non avere mai usato un arco in vita sua, impara molto in fretta ed è capace di individuare, cacciare e scuoiare animali selvatici con grande abilità. A differenza di John, Arthur sa nuotare ed è un cavaliere esperto.

Dead Eye Modifica

Come gli altri protagonisti della saga, Arthur può utilizzare l'abilità del Dead Eye per rallentare il tempo e colpire i nemici con precisione. A differenza dei vecchi capitoli, l'abilità di Arthur gli permette anche di evidenziare i punti critici nel corpo dei nemici dopo aver alzato il livello dell'abilità.

Occhio Dell'Aquila Modifica

Introdotto in Red Dead Redemption 2 come prova delle abilità di sopravvivenza di Arthur, questa nuova meccanica di gioco evidenzia tracce di animali, oggetti e altri punti di interesse, permettendo al giocatore di seguire i bersagli per distanze più lunghe.

Curiosità Modifica

  • Pur essendo il protagonista del gioco, Arthur indossa un cappello nero, che è normalmente associato ai "cattivi". Micah invece, pur essendo l'antagonista principale del gioco, indossa un cappello bianco, generalmente associato ai "buoni". Questo, probabilmente, si riferisce alla redenzione di Arthur e al successivo tradimento di Micah.
  • Stando a ciò che dice l'Agente Milton, Arthur ha accumulato una taglia di 5000 dollari, che equivalgono a 150.000 dollari di oggi.
  • Arthur potrebbe essere di origini gallesi, siccome sia il suo nome che il suo cognome sono molto comuni in quella zona. Inoltre, la sua cavalla, Boadicea, prende il nome da una regina gallese che affrontò i romani.
  • Pur non essendo in grado di accedere al New Austin come Arthur, utilizzando un glitch, il giocatore potrà comunque entrarci per raccogliere i collezionabili.
  • Nel 1907, giocando come John, è possibile visitare la tomba di Arthur dopo la missione "Piaceri Semplici". Il livello di onore di Arthur influirà sull'aspetto della tomba: Se Arthur ha avuto l'onore alto, la sua tomba sarà pulita e coperta di fiori; al contrario, se ha avuto l'onore basso, la tomba sarà sporca e senza fiori. Il livello di onore influisce anche sull'incisione scritta sulla lapide: Con onore alto, la scritta sarà "Beati Coloro Che Hanno Fame E Sete Di Giustizia", mentre con l'onore basso sarà "Beati Coloro Che Piangono Perchè Saranno Consolati".
  • Nella missione secondaria "Un Giovane Allegro E Intelligente", Arthur afferma di non aver mai avuto un giorno di educazione certificata in vita sua.
  • Nella missione secondaria “I più Nobili tra gli Uomini... e una Donna”, dopo aver ucciso Jim “Boy” Calloway sul suo Revolver “Schofield” è incisa la scritta “Canis Canem Edit”, che in latino significa “Cane mangia Cane” ed è anche il titolo di un altro famoso gioco Rockstar (Bully in Nord America e Canis Canem Edit in Europa).
  • Nel gioco ci sono molte prove che fanno intendere che il personaggio di Arthur faccia riferimento al mito di Re Artù. La missione "La Ruota", ad esempio, fa riferimenti espliciti ad Artù ed ai cavalieri della tavola rotonda; lo stesso John, più tardi, da a Jack l'alias di "Lancelot". Esperti del Vecchio West hanno confermato che il famoso "Cavaliere Errante" è simile al "Bandito/Fuorilegge Solitario". Il nome di Arthur non fa solo riferimento al leggendario re, ma anche ad un altro personaggio: Morgan Le Fay, altro personaggio della leggenda di Re Artù, caratterizzato da una grande ambiguità morale e potenziali atteggiamenti sia buoni che cattivi (Descrizione quasi identica a quella di Arthur Morgan).
  • E' il secondo protagonista della saga di "Red Dead" a morire nel rispettivo gioco. Il primo è John Marston nel primo Red Dead Redemption, che lo sostituisce come personaggio giocabile.
  • Nella schermata per rigiocare le missioni, Arthur appare insieme a John nella copertina della categoria "Epilogo: Parte 1", sebbene non compaia in quel capitolo. L'immagine si riferisce alla missione "Red Dead Redemption", quando la banda di Van Der Linde è coinvolta in uno Stallo Alla Messicana.
  • Nella missione principale “Il Nuovo Sud” Arthur si finge al vicesceriffo di chiamarsi per cognome “Callahan”, come il personaggio interpretato da Clint Eastwood nella saga poliziesca dell’ispettore Callaghan (“Callahan” nella lingua originale).

Citazioni Modifica

  • "Abbiamo uomini di legge che ci inseguono in tre stati diversi. Ci inseguono da Ovest, ci hanno inseguiti su per le montagne..." Arthur mentre parla della situazione della banda durante la missione "Quello E' Territorio Dei Murfree"
  • "Dove sono i soldi!?" Arthur Morgan a Thomas Downes durante la missione "Prestiti Ed Altri Peccati III"
  • "Sempre, Dutch" Arthur Morgan a Dutch Van Der Linde durante la missione "Quello E' Territorio Dei Murfree"
  • "Ascoltami. Quando sarà il momento, devi correre e non guardarti indietro. Ormai è finita." Arthur Morgan a John Marston durante la missione "Il Ponte Verso L'Ignoto".
  • "Hai dei soldi per me, ragazzo? Il tuo nome è sul nostro registro." Arthur Morgan a Winton Holmes durante la missione "Prestiti Ed Altri Peccati IV"
  • "Forse quando tua madre avrà finito di piangere tuo padre... Continuerà a vestirsi di nero, per te." Arthur Morgan ad Archie Downes durante la missione "Sodoma? Torniamo A Gomorra".
  • "A me basta che ci paghino o che ti sparino addosso e sono contento!" Arthur Morgan a Zio durante la missione "Un Errore In Buona Fede".
  • "Tu sei stato leale, io sono stato leale. Guarda come siamo finiti. Sai, un tempo per me la lealtà era tutto. Tutto ciò che conoscevo. Tutto ciò in cui credevo... ma non più John. Presto... dovrai andare. Vai... e non guardarti indietro." Arthur Morgan a John Marston durante la missione "Il Ponte Verso L'Ignoto".
  • "Al diavolo entrambi!" Le ultime parole di Arthur a Micah Bell se ha aiutato John a fuggire con l'onore basso.
  • "Questa storia ormai è quasi finita. Siamo più morti che vivi" Arthur Morgan a Sadie Adler durante la missione "Mrs. Sadie Adler, Vedova".
  • "Sii leale a ciò che importa" Arthur Morgan a John Marston durante la missione "Il Ponte Verso L'Ignoto".
  • "Vorrei che le cose fossero andate diversamente. Ma non siamo noi ad essere cambiati" Arthur Morgan a John Marston durante la missione "Il Ponte Verso L'Ignoto".
  • "John ce l'ha fatta. Lui è l'unico. Il resto di noi... no. Ma io... ci ho provato. Alla fine, ci ho provato" Le ultime parole di Arthur Morgan se ha aiutato John a fuggire con l'onore alto.
  • "Ascolta, fai una cosa o quell'altra... non puoi essere due persone contemporaneamente. Tutto qui." Arthur Morgan a John Marston durante la missione "Le Pecore E Le Capre".

Galleria Modifica

Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.