FANDOM


« Forse, quando tua madre avrà smesso di piangere tuo padre, continuerà a vestirsi di nero per te. »

Arthur Morgan è un personaggio principale nonché protagonista di Red Dead Redemption II.

Storia Modifica

Passato Modifica

Arthur Morgan nacque nel 1863 da Beatrice e Lyle Morgan. Sua madre morì quando lui era molto giovane, e suo padre era un fuorilegge ed un criminale che venne arrestato nel 1874 per furto. Lyle morì quando Arthur aveva solo 11 anni e gli donò il suo cappello.

Nel 1878 circa, Arthur venne trovato e preso con sé da Dutch Van Der Linde e Hosea Matthews. Vedendo entrambi come figure paterne, Arthur iniziò a condividere la visione di Dutch di una vita libera dalla civilizzazione e dalla legge, diventando uno dei primi membri della Banda Di Van Der Linde. Ad un certo punto, quando era giovane, Arthur incontrò una ragazza di nome Mary Gillis e i due si innamorarono.Tuttavia, il fatto che Arthur preferisse una vita da fuorilegge e da criminale e l'odio che i genitori di Mary provavano per lui, fecero finire la loro relazione.

Tempo dopo, Arthur incontrò ed andò a letto con una giovane cameriera di nome Eliza, mettendola in cinta di loro figlio, Isaac. Eliza sapeva ciò che Arthur era, ma lo accettò. Arthur visitava Eliza e Isaac ogni qualche mese e rimaneva con loro per giorni. Un giorno, Arthur arrivò a casa loro e trovò due tombe all'esterno. Come presto scoprì, entrambi erano morti, uccisi durante una rapina che aveva fatto guadagnare ai ladri solo dieci dollari. Questo incidente segnò Arthur per sempre e il dolore non lo ha mai abbandonato.

Eventi di Red Dead Redemption 2 Modifica

Capitolo di Colter Modifica

Dopo un colpo ad un battello finito male, Dutch e la banda sono obbligati a fuggire da Blackwater e a rifugiarsi nelle montagne ad ovest di Ambarino. Poco dopo essersi stabiliti a Colter, Dutch e Arthur vanno a cercare John Marston e Micah Bell, mandati in perlustrazione. Dopo aver trovato Micah, questo gli comunica di aver trovato una casa dove sembra essere in corso una festa. Dutch si dirige verso la casa chiedendo aiuto, ma i proprietari sono degli O'Driscoll, che vengono uccisi dal trio. Dopo aver saccheggiato la casa, trovano Sadie Adler, il cui marito è stato ucciso dai membri della gang nemica; impietositi, Dutch, Arthur e Micah decidono di portarla con sé al campo. Poco dopo essere tornato, Arthur viene mandato insieme ad Javier Escuella a cercare John Marston, disperso sulle montagne. Arthur e Javier riescono a trovare John, che è stato attaccato da dei lupi, e lo portano in salvo uccidendo i predatori.

La banda decide di attaccare il campo degli O'Driscoll e dopo averli eliminati, trovano della dinamite e delle informazioni riguardanti un treno appartenente a Leviticus Cornwall. Sulla strada del ritorno, si imbattono in un O'Driscoll (di nome Kieran) che viene catturato da Arthur e portato al campo, dove viene fatto prigioniero.

Arthur va anche a cacciare insieme a Charles Smith per ordine del cuoco, Simon Pearson; Charles gli consegna un arco, con il quale Arthur abbatte due cervi, che vengono portati al campo.

Per poter guadagnare abbastanza soldi da andarsene, Dutch e la banda rapinano il treno di Cornwall, guadagnando molto denaro in obbligazioni.

Capitolo di Horseshoe Overlook Modifica

Dopo il disgelo, la banda lascia le montagne e si dirige nell'Heartlands, vicino alla città di Valentine. Arthur raggiunge il saloon della città, dove incontra Javier, Charles e Bill. A quel punto si scatena una rissa perché Bill (ubriaco) prende a pugni uno dei clienti del saloon; durante questa rissa, Arthur affronta un energumeno di nome Tommy, che riesce a sconfiggere. Dopo la fine della rissa, Arthur incontra Dutch e Josiah Trelawny, che rivela di aver trovato Sean MacGuire: è stato catturato da dei cacciatori di taglie e tenuto prigioniero nella zona vicino a Blackwater. Insieme ad Javier, Charles e Trelawny, Arthur riesce a salvare Sean, che viene riportato all'accampamento. Tempo dopo, Lenny Summers irrompe senza fiato nell'accampamento, rivelando a Dutch e Arthur che Micah ha ucciso due uomini al saloon di Strawberry ed è stato catturato e condannato a morte. Per far rilassare il ragazzo, Arthur lo porta al saloon di Valentine, dove i due si ubriacano.

Più tardi, Arthur riceve una lettera da Mary Linton, che chiede ad Arthur di incontrarla. Dopo aver letto la lettera, Arthur viene mandato da Leopold Strauss a recuperare il debito di un fattore di nome Thomas Downes. Arthur raggiunge il Ranch Downes e affronta l'uomo, che afferma di non avere i soldi, spingendo Arthur a picchiarlo; solo grazie all'intervento della moglie di Downes, Arthur si rende conto che la famiglia non possiede veramente i soldi e se ne va. Più tardi, Arthur incontra Mary, che lo implora di aiutarla, in quanto suo fratello minore Jamie si è unito ad una setta conosciuta come i Cheloniani. Se Arthur accetta di aiutarla, si dirige verso la Foresta Cumberland, dove trova i Cheloniani, li scaccia, impedisce a Jamie di suicidarsi e lo riporta da Mary.

Arthur va anche a caccia di un "Orso di mezza tonnellata" con Hosea; dopo aver comprato un nuovo cavallo e piazzato l'esca, Arthur e Hosea aspettano l'orso, che li attacca ma viene scacciato da Arthur. Dopo aver ringraziato Arthur, Hosea gli dona una mappa con la posizione di tutti gli animali leggendari dei vari stati. Più tardi, Arthur interroga Kieran, che gli comunica la posizione di Colm O'Driscoll solo dopo essere stato minacciato da Bill Williamson con delle pinze da castrazione. Dopo aver raggiuntola posizione indicata da Kieran (ovvero Six Point Cabin), Arthur, John e Bill fanno piazza pulita degli O'Driscoll. Quando Arthur cerca Colm nella capanna, viene attaccato da un O'Driscoll, che viene ucciso da Kieran. Dopo aver salvato la vita ad Arthur, Kieran entra a far parte della banda. Arthur va anche a caccia di bisonti con Charles e a derubare la casa di Chez Porter con Javier.

Successivamente, Abigail chiede ad Arthur di portare suo figlio Jack (che in questo capitolo ha quattro anni) a pescare al Dakota River. Lì, Arthur e Jack vengono avvicinati da Andrew Milton ed Edgar Ross, due agenti dell'Agenzia Investigativa Pinkerton che offrono la libertà ad Arthur in cambio di Dutch; dopo aver rifiutato, Arthur riporta Jack all'accampamento. Più tardi, Arthur raggiunge la città di Strawberry e fa evadere Micah che scatena un putiferio, obbligando Arthur ad uccidere tutti gli uomini di legge presenti a Strawberry solo per far recuperare a Bell le sue due pistole. Dopo la fuga, Arthur viene convinto da Micah a rapinare la diligenza della banca e a consegnare i soldi a Dutch come "offerta di pace".

John contatta Arthur e gli dice che ha sentito parlare di un treno pieno di turisti ricchi che attraverserà lo Scarlett Meadows di notte; Arthur ruba un carro carico di petrolio posseduto da Cornwall e lo piazza sui binari, facendo fermare il treno e permettendo a John, Charles e Sean di salire a bordo. Dopo aver rapinato il treno, i quattro riescono a fuggire dagli uomini di legge sopraggiunti.

Più tardi, John contatta nuovamente Arthur e gli dice di aver sentito parlare di un gregge di pecore in arrivo dal Ranch Emerald per essere vendute all'asta; i due riescono a spaventare i braccianti con un fucile da cecchino e consegnano le pecore al direttore dell'asta (che promette di non dire a nessuno del furto di bestiame in cambio del 18% del guadagno totale). Dopo essersi riuniti con Dutch e Strauss, i quattro vengono attaccati dagli uomini al soldo di Cornwall, che riescono ad eliminare per poi fuggire. Dopo aver capito che troppe persone sanno dove si trovano, Dutch manda Arthur e Charles ad investigare vicino ad un certo Torrente Dewberry per trovare una zona dove stabilire l'accampamento. Qui trovano una famiglia tedesca, il cui padre è stato rapito da dei criminali; i due seguono le tracce dei rapitori e trovano il loro covo: Clemens Point. Dopo averli eliminati e aver riportato il padre dalla propria famiglia, i due deviano la carovana verso Clemens Point, un luogo molto migliore per stabilire l'accampamento.

Capitolo di Clemens Point Modifica

Dopo aver stabilito l'accampamento a Clemens Point, Arthur, Dutch e Hosea escono a cavallo. Incontrano lo sceriffo di Leigh Gray, che ha arrestato Trelawny per frode. Dopo che Arthur ricattura alcuni fuggitivi che erano fuggiti, lo sceriffo libera Trelawny. In più, decide di rendere vicesceriffi Arthur, Dutch e Bill Williamson per far si che lo aiutino a smantellare una distilleria di Moonshine posseduta dalla Banda Del Lemoyne. Con l'aiuto del vicesceriffo Archibald MacGregor, i tre distruggono la distilleria, entrando in buoni rapporti con lo sceriffo.

Più tardi, Dutch ordina ad Arthur di dirigersi alla villa dei Gray, Caliga Hall, per scoprire di più su di loro. Morgan finisce per parlare con Beau Gray, che gli chiede di raggiungere la villa dei Braithwaite per consegnare una lettera alla sua amante segreta: Penelope Braithwaite. Dopo averle consegnato la lettera, Arthur viene incaricato di riportare a Beau un'altra lettera di Penelope rivolta a lui. La lettera spiega che Penelope intende partecipare ad un raduno per il suffragio femminile. La notizia che Penelope vuole partecipare ad un raduno per il diritto di voto alle donne allarma Beau, che paga Arthur per proteggerle guidando il carro al posto della loro leader, Mrs Olive Calhoon. Quando la marcia termina, Arthur ritorna al campo.

Arthur e Charles, preoccupati per la scomparsa di Trelawny, decidono di andare a trovarlo, scoprendo la sua stanza completamente distrutta con al suo interno evidenti segni di lotta. I due seguono le tracce all'esterno, fino a raggiungere un accampamento con due cacciatori di taglie, che eliminano. Successivamente, si spostano nel campo di mais vicino, dove trovano Trelawny che viene malmenato da alcuni cacciatori di taglie, che fuggono subito dopo. Preoccupati per ciò che Trelawny potrebbe aver detto su di loro, Arthur e Charles uccidono tutti e tre i cacciatori di taglie, scoprendo poi che Trelawny non aveva confessato; dato il pericolo, Josiah decide di trasferirsi a Clemens Point con la banda.

Dopo essere tornato al campo, Zio chiede ad Arthur se vuole unirsi a lui, Bill e Charles nel rapinare un carro che passerà lì vicino. Sfortunatamente, i quattro scoprono che il carro appartiene a Cornwall, che ha assoldato un vero e proprio esercito di mercenari per proteggerlo. Dopo una rocambolesca fuga, il gruppo si rifugia in un fienile nei paraggi, che viene attaccato dagli uomini di Cornwall. Dopo una sparatoria, i quattro riescono a fuggire e si dividono i soldi.

Poco dopo, Lenny chiede ad Arthur di rapinare con lui Shady Belle, una villa abbandonata ora abitata dalla Banda Del Lemoyne, per appropriarsi di alcune armi da loro possedute. Dopo una lunga battaglia contro la banda, i due riescono a recuperare un carico di fucili Bolt Action a canna rigata; Arthur decide di tenere per sé una delle armi, mentre Lenny rivende le altre. Arthur rapina anche una casa insieme a Sean, due diligenze (una con Sean e Tilly, l'altra con Sean e Mary-Beth) e va a pesca con Kieran e con Javier.

Dopo essere tornato al campo, Arthur viene chiamato da Bill, Karen e Lenny che gli propongono di rapinare la banca di Valentine con loro; Dopo un po' di esitazione, Arthur accetta. Karen distrae le guardie, Lenny e Bill le eliminano e Arthur si occupa delle casseforti. Dopo essere stati scoperti dalla legge, i quattro riescono a fuggire; Bill, Karen e Lenny tornano al campo, mentre Arthur raggiunge il Ranch Downes per recuperare il debito in denaro di Thomas.

Arthur scopre poi che gli O'Driscoll hanno organizzato un incontro tra Dutch e Colm. Sebbene Hosea si renda conto subito che è una trappola, Dutch decide di andare, portando con sé Arthur e Micah (Arthur li coprirà dall'alto con un fucile da cecchino). L'incontro si rivela però essere una trappola con il solo scopo di catturare Arthur. Il piano di Colm (che ha fatto un accordo con la legge) era quello di catturare Arthur per spingere Dutch ad attaccare il nascondiglio, dove sarebbe stata presente la legge. Arthur tuttavia, fugge, cauterizza con della polvere da sparo la ferita che gli era stata inferta prima e uccide i tre O'Driscoll che lo avevano catturato.

La gang decide quindi che, per poter avere più denaro per fuggire, deve rapinare sia i Gray che i Braithwaite. Arthur si dirige prima a Caliga Hall, dove brucia i campi di tabacco per ordine dei Braithwaite, poi raggiunge John e Javier (sempre a Caliga Hall) e ruba con loro i tre stalloni dei Braithwaite. Ai tre era stato detto che i cavalli sarebbero stati pagati ben 5.000 dollari, ma riescono a guadagnarne solo 700 (i Gray li hanno quindi ingannati). Più tardi, Arthur si dirige a Rhodes con Bill, Sean e Micah perché i Gray devono parlare con loro. L'incontro si rivela essere però una trappola, dove Sean viene ucciso. Infuriati, Arthur, Bill e Micah mettono a ferro e fuoco la città, uccidendo lo sceriffo Gray e tutti i suoi vice (compreso Archibald).

Dopo essere tornato all'accampamento, Arthur scopre che i Braithwaite hanno rapito Jack come vendetta per i loro cavalli rubati. Arthur quindi, insieme a Hosea, Dutch, Bill, Javier,Lenny,Charles e John attacca la villa dei Braithwaite, la brucia e scopre che Catherine ha consegnato Jack ad Angelo Bronte, un signore del crimine italiano che vive a Saint-Denis. Il giorno dopo, gli agenti Milton e Ross irrompono nel campo con un offerta: sono disposti a lasciare vivere tutto il resto della banda se gli viene consegnato Dutch. L'offerta viene rifiutata e i due se ne vanno, promettendo di tornare con cinquanta uomini. La banda si prepara quindi ad andarsene e a spostarsi a Shady Belle, mentre Arthur raggiunge la villa e fa piazza puliti dei restanti membri della Banda Del Lemoyne insieme a John.

Capitolo di Saint-Denis Modifica

Dopo essersi trasferiti a Shady Belle, Arthur e Dutch si dirigono a Saint-Denis per scoprire dove vive Bronte; Morgan viene a sapere da dei ragazzini di strada che cercavano di derubarlo che Bronte vive in una grande casa sul fiume. Arthur, Dutch e John si dirigono alla villa del boss e fanno un patto con lui: Arthur e John andranno al cimitero ad occuparsi di alcuni profanatori di tombe ed in cambio, Bronte gli ridarà Jack. Dopo aver svolto il lavoro, Bronte riconsegna il bambino ai tre insieme ad un invito alla festa del sindaco.

Arthur, Dutch, Hosea e Bill vanno alla festa e si dividono immediatamente per cercare qualche pista; Arthur pedina un servitore che parla di Leviticus Cornwall e ruba alcuni documenti riguardanti il magnate, prima di fuggire dalla villa insieme agli altri tre. Hosea rivela quindi di aver scoperto delle piste per dei possibili colpi, tra cui una rapina ad un battello, e la banca del Lemoyne.

Dopo aver sentito della rapina al battello, Trelawny prende il comando e riesce a far salire a bordo dell'imbarcazione Javier, Strauss e Arthur. Quest'ultimo vince (grazie all'aiuto di Strauss) a poker contro un uomo molto ricco di nome Desmond Blythe e, grazie ad Javier, rapina la cassaforte al piano superiore. Quando la copertura salta, Arthur, Strauss, Javier e Trelawny fuggono dal battello e si dividono i soldi.

Trelawny dice poi ad Arthur di andare a parlare con il capo indiano Pioggia Che Cade. Morgan lo trova a Saint-Denis insieme a suo figlio Aquila Che Vola. Pioggia Che Cade spiega ad Arthur che l'esercito americano intende sfrattarli dalle loro terre e gli chiede di rubare dalla raffineria di Cornwall dei documenti riguardanti lo sfratto. Arthur accetta e ottiene i documenti picchiando il segretario di Cornwall, Danbury. Quando Arthur sta per esserere ucciso dai mercenari al soldo di Cornwall, Aquila Che Vola causa un'esplosione, permettendogli di fuggire; dopo la fuga, l'indiano paga Arthur.

Nell'accampamento, Susan dice ad Arthur che Tilly è stata catturata dai Fratelli Foreman e che devono andare a salvarla. Dopo aver raggiunto il rifugio, i due liberano Tilly e inseguono Anthony Foreman, il capo della banda. Dopo averlo catturato, Susan ordina ad Arthur di ucciderlo e Tilly di risparmiarlo; qualunque sia la scelta del giocatore, i Foreman non disturberanno più Tilly in futuro.

Sadie chiede poi ad Arthur se ha notizie di Kieran, scomparso da un po'; immediatamente dopo, il cadavere decapitato di Kieran a bordo di un cavallo entra nell'accampamento insieme ad un enorme gruppo di O'Driscoll. La banda si rifugia quindi dentro Shady Belle; solo allora Dutch di rende conto che Sadie è ancora all'esterno. Arthur corre ad aiutarla, ma lei preferisce rimanere fuori e uccidere più O'Driscoll possibili per vendicare suo marito. I due affrontano gli O'Driscoll di petto e, grazie all'aiuto degli altri membri della banda che ora sono usciti all'esterno, riescono a respingerli.

Durante il capitolo, Arthur rapina due diligenze (la prima con Micah e Bill e la seconda con Lenny) e va a rubare del bestiame con Zio.

Dutch dice ad Arthur di raggiungerlo e gli rivela che loro due e Lenny stanno per rapinare la stazione dei tram di Saint-Denis dopo aver ricevuto una soffiata da Angelo Bronte. I tre rapinano il posto, per poi scoprire che nella cassaforte ci sono solo novanta dollari. Il gruppo cerca di fuggire dalla polizia sopraggiunto a bordo di un tram che poi si schianta. Dopo aver rubato un carro, i tra riescono a mettersi in salvo e a dividersi i soldi.

Più tardi, Arthur è contattato da Mary, che gli chiede di incontrarla a Saint-Denis. Quando Arthur la raggiunge, Mary confessa di essere molto preoccupata per suo padre, che ha iniziato a giocare d'azzardo e ad andare a letto con prostitute. I due lo pedinano e lo scoprono mentre vende la spilla della madre di Mary ad Ashton, conosciuto strozzino di Saint-Denis. Mentre Mary affronta suo padre, Arthur insegue la diligenza sulla quale Ashton è fuggito e recupera la spilla (pagandola o picchiando Ashton). Quando Morgan restituisce la spilla a Mary, questa lo invita ad andare a teatro con lei (la scelta spetta al giocatore); successivamente, Mary implora Arthur di fuggire con lei, ma lui le risponde che è un ricercato e che andarsene con lei la metterebbe in pericolo. Dopo essersi resa conto che Arthur non abbandonerà mai la vita da fuorilegge, Mary gli dice addio e i due si separano.

Nell'accampamento, Dutch dice ad Arthur che lui ed Hosea non sono d'accordo sul da farsi e che il voto definitivo spetta a lui: Dutch vuole uccidere Angelo Bronte come rappresaglia per averli ingannati, dicendo che questo renderebbe la rapina alla banca di Saint-Denis molto più semplice. Dall'altra parte, Hosea ritiene il piano di Dutch stupido ed è convinto che uccidere Bronte li metterebbe solo in pericolo. Arthur si schiera con Dutch ed i due raggiungono Lagras per fare un accordo con un pescatore locale di nome Thomas che li aiuterà ad entrare nella villa di Bronte dalla palude. Dutch gli parla e i tre vanno a cercare l'assistente di Thomas, Jules, disperso nella palude. Arthur lo trova terrorizzato in cima ad un albero che afferma di avere visto un mostro; quando il gruppo sta tornando a Lagras, la barca si incaglia e Jules scende in acqua per scastrarla, venendo nuovamente attaccato dal "Mostro" che si rivela essere un alligatore gigante ("Bullgator" in lingua originale). L'animale lo ferisce ad una gamba, costringendo Arthur a scendere dalla barca per aiutarlo; grazie all'aiuto di Dutch, l'alligatore viene messo in fuga ed i quattro tornano a Lagras.

Dopo essere tornato a Lagras, Arthur si unisce alla banda (compreso Thomas) e tutti insieme si dirigono in barca verso la villa di Bronte. Dopo aver liberato l'area, Arthur cattura Bronte e lo carica sulla barca; Dutch, tuttavia, perde la calma all'ennesimo insulto di Bronte (che cerca di aizzare la stessa gang contro Dutch, offrendo 1000 dollari a chiunque lo avesse ucciso) e lo uccide affogandolo e dando il suo corpo in pasto ad un alligatore.

Nell'accampamento, la banda porta a termine i preparativi per la rapina a Saint-Denis e si dirige verso la banca mentre Dutch spiega il piano: Hosea e Abigail creano un diversivo per allontanare la polizia, mentre il resto della banda entra nella banca. Arthur si occupa della cassaforte, quando all'improvviso arrivano i Pinkerton. La banca è completamente circondata e l'Agente Milton tiene in ostaggio Hosea. Dutch cerca di negoziare, ma Milton è irremovibile e afferma di aver dato alla gang già troppe possibilità, per poi sparare ad Hosea nel petto, uccidendolo. La banda attacca i Pinkerton con tutte le proprie forze, causando un'immensa sparatoria. Dutch dà ad Arthur della dinamite, con la quale fa esplodere il muro, arrampicandosi sul tetto e dando fuoco di copertura alla banda, permettendole di salire sul tetto. Il gruppo raggiunge Arthur senza John, che è stato arrestato dai Pinkerton. Quando la banda cerca di fuggire sul tetto, Lenny viene ucciso da due Pinkerton ed Arthur si ferma un momento per piangerlo. Dopo aver raggiunto un palazzo abbandonato, la banda esce di notte e riesce a salire su una barca diretta a Cuba (senza però Charles, che è rimasto indietro per distrarre alcuni Pinkerton). La nave però, a causa di una tempesta, affonda e Arthur rimane separato dagli altri.

Capitolo di Guarma Modifica

Arthur si risveglia su una spiaggia di Guarma e si mette alla ricerca di qualche segno di civiltà. Incontra poi la banda, ma viene immediatamente arrestato insieme a loro dall'esercito locale e legato con delle catene ai piedi dei suoi compagni. Lungo la strada per la prigione, dei ribelle attaccano i soldati. Durante la battaglia, Arthur recupera le chiavi da un soldato morto e le usa per liberarsi dalle catene. Dopo aver ucciso le guardie, Hercule Fontaine, il leader dei ribelli, ordina alla banda di seguirlo. Durante la fuga, Javier viene ferito ad una gamba dai rinforzi dei soldati ed il gruppo è obbligato a fuggire senza di lui. Nonostante ciò, Hercule conduce la banda ad un piccolo avamposto ribelle pieno di fucili. I rinforzi arrivano in fretta, ma Hercule e la banda riescono a respingerli, per poi dirigersi ad un avamposto ribelle chiamato La Capilla.

Dopo essere arrivato a La Capilla, Arthur si riposa un po', per poi uscire ad esplorare l'isola. Si unisce poi a Dutch per andare a salvare Javier. I due entrano in una grotta, dove si trova un'anziana donna di nome Gloria. Dutch la paga con un lingotto d'oro (ultimo pezzo rimasto dalla rapina di Saint-Denis) e lei li conduce ad una scala che porta ad Aguasdulces. A quel punto, la donna chiede più soldi; dopo aver capito che Dutch non è in grado di pagarla, lo minaccia con un coltello. Rapidamente, Dutch la disarma e la uccide, sotto lo sguardo attonito di Arthur. I due entrano ad Aguasdulces, dove vedono il colonnello Fussar e un gruppo di soldati che seguono un asino che trascina dietro di sé Javier. I due si mettono alla ricerca di una distrazione, e trovano una raffineria di zucchero. Dutch rovescia tutto lo zucchero sul pavimento per poi far saltare in aria la fornace. Quando il magazzino esplode, i due raggiungono Javier e fuggono dal complesso, fino ad arrivare al fiume di Arroyo De La Vibora. Qui, Dutch ordina ad Arthur di respingere i soldati mentre lui fugge con Javier. Ondate di nemici attaccano Arthur, che però riesce a respingerli tutti e ad allontanarsi.

Arthur si dirige quindi ad indagare su un gruppo di lavoratori scomparsi. Qui, Arthur viene catturato e imprigionato assieme ad altri due ribelli. Una guardia si dirige verso di lui per catturarlo, ma Arthur reagisce, la uccide e si intrufola in un campo di soldati vicino insieme ad uno dei ribelli. Dopo aver salvato altri tre ribelli dall'impiccagione, i due uccidono tutti i soldati.

Risolto anche questo problema, Arthur si dirige insieme alla banda a Cinco Torres. Qui vedono una nave da guerra cubana in avvicinamento e orde di nemici che avanzano verso il castello. La banda ed Hercule sparano ai soldati dall'alto, finché questi non entrano nella roccaforte. A questo punto, Hercule, Dutch e Arthur escono all'esterno ed eliminano tutti i soldati per poi tornare in cima al castello. Lì, usano il cannone per sparare alla nave da guerra che, dopo aver subito molti colpi, cola a picco e la banda inizia a pianificare un modo per abbandonare l'isola.

La banda si prepara a lasciare l'isola quando scopre che una batteria di cannoni è stata piazzata intorno all'isola. Dopo aver capito che quella batteria di cannoni va distrutta, la banda la prende d'assalto e Arthur fa saltare in aria i cannoni. Durante la corsa verso la nave, Arthur irrompe nella cabina dei lavoratori e trova il capitano della nave che dovrebbe farli fuggire e viene attaccato da Levi Simon. A questo punto entra Dutch, che punta la sua pistola contro Levi; immediatamente dopo, entra anche Fussar che prende di mira Dutch. Lo stallo alla messicana termina con Arthur che calcia il fucile a terra verso il capitano che spara a Simon, uccidendolo. Fussar fugge dalla cabina e si rifugia su una torre, venendo immediatamente ucciso da Arthur che fa crollare la struttura con un cannone. La banda sale quindi sulla nave e abbandona Guarma una volta per tutte.

Capitolo di Beaver Hollow Modifica

La banda attracca al trading post di Van Horn e Arthur ruba un cavallo che utilizza per tornare a Shady Belle. La villa è abbandonata, e Morgan trova una lettera scritta da "Caroline" (in realtà Sadie Adler) che spiega che il resto della banda si trova a Lakay. Mentre si prepara a uscire, Arthur viene messo all'angolo da un gruppo di Pinkerton. Dopo essere riuscito ad uccidere i suoi assalitori, Arthur si dirige verso Lakay. Dopo essere arrivato, ritrova tutto il resto della banda e Abigail gli spiega che John è stato rinchiuso nel Penitenziario di Sisika; subito dopo arrivano anche Bill, Javier, Micah e Dutch. La riunione è però interrotta dall'Agente Milton e da un gruppo di Pinkerton, che aprono il fuoco su Lakay con una mitragliatrice Maxim. Con l'aiuto di Sadie e di Bill, Arthur riesce a respingere i nemici; poco dopo Sadie gli chiede di incontrarla a Saint-Denis per poter studiare un piano per far evadere John dal Penitenziario di Sisika.

Dutch ordina ad Arthur di ripulire un nascondiglio di nome Beaver Hollow, dove al momento risiede una banda di cannibali conosciuti con il nome di "Clan Murfree". Arthur porta con sé Charles e i due arrivano a Beaver Hollow in canoa o a cavallo, a seconda della scelta del giocatore. I due entrano nel campo e uccidono tutti i nemici, trovando una ragazza di nome Meredith, catturata dal Clan. Arthur la riporta a casa ad Annesburg mentre Charles guida la banda a Beaver Hollow. Dopo essere tornato al campo, Arthur assiste all'arrivo di Molly che, ubriaca, confessa di essere lei la talpa e di aver parlato ai Pinkerton. Dopo aver ascoltato la confessione, Susan la uccide con un fucile a pompa.

Mentre è ad Annesburg, Arthur nota Edith Downes che, infuriata, gli urla contro che è colpa sua se suo marito e morto e suo figlio lavora in miniera. Sentendosi male per ciò che ha fatto, Arthur raggiunge la miniera, picchia il capo minatore che maltrattava Archie e lo riporta indietro dandogli dei soldi.Tuttavia Edith si rifiuta di lasciare la città, e continua a fare la prostituta per guadagnare. Arthur la affronta nel bosco e la convince a lasciare la città.

Galleria Modifica

Curiosità Modifica

  • Una foto di Arthur, Dutch ed Hosea può essere visionata vicino al letto di Arthur. Inoltre, sono presenti le foto di Mary, Lyle Morgan e Beatrice Morgan.

Navigazione Modifica